-- 2019 --

Ampliamento Volumetrico Q3 | Firenze

Località: Loc. Galluzzo, Firenze (FI)

Arco temporale: Giugno 2019 - Settembre 2019

Ruolo svolto: Progettazione e DL architettonica e impiantistica, misura e contabilità, coord. per la sicurezza, interior design

 

Ampliamento volumetrico di porzione di villa bifamiliare di recente costruzione immersa tra le meravigliose colline a sud del territorio comunale.

Il nuovo volume, al piano terra adibito in parte a zona filtro tra il giardino di proprietà e la zona living esistente e in parte come spazio giochi per i più piccoli della casa, al piano primo crea una terrazza di dimensioni generose per la camera padronale dell'unità immobiliare. La struttura portante è stata calcolata  e dimensionata per la futura installazione sulla terrazza di una vasca jacuzzi o di una piscina per il nuoto controcorrente.

Ampie vetrate con infissi di ultima generazione, impianto di riscaldamento a pannelli radianti, impianto di raffrescamento con pompa di calore e illuminazione a LED garantiscono un comfort abitativo ottimale sia in estate che in inverno, nonostante il nuovo volume si configuri con 4 superfici esposte esternamente e con orientamento prevalente a Sud Ovest. 

Relais Santa Giulia | Torre Mozza

Località: Loc. Torre Mozza, Piombino (LI)

Arco temporale: Gennaio 2019 - Maggio 2019

Ruolo svolto: Progettazione esecutiva, interior design, D.L. interni

 

L’immobile oggetto di intervento è un'antica casa di fattori, con caratteristiche tipiche degli edifici maremmani di una volta. Compatta, intonacata, con al piano terra vani adibiti alla vita contadina come frantoio, stalla e cantina.

La proprietà ha deciso di trasformarla negli anni, vista la grande affluenza turistica della zona, in Relais Casa di Artista, con la possibilità per gli ospiti di pernottare in ampi appartamenti o in suite.

Immersa nei campi di grano e negli uliveti, a poche centinaia di metri dal mare, con vista su Montecristo e l'Arcipelago Toscano, per Relais Casa di Artista Santa Giulia è stato pensato di utilizzare materiali naturali, quali legno, travertino, pietra, canapa per le tappezzerie e colori tenui, burro panna tortora sulle pareti.

Mondrian Bookcase | Firenze

Località: Firenze (FI)

Arco temporale: Gennaio 2019

Ruolo svolto: Progettazione di arredi

 

Progettare un elemento in arredo che possa impreziosire ed esaltare una zona di passaggio dell'abitazione, questa è stata la richiesta della committenza. Lo stile moderno ed eclettico della villetta, ubicata alle pendici delle colline intorno Firenze, ha orientato la progettazione di una libreria di dimensioni generose, ispirata ai quadri dell'artista olandese Piet Mondrian, pittore astratto per eccellenza, con le sue linee e i suoi toni primari ha reso l'equilibrio di un mondo in divenire, dove forme e colori si equilibrano gli uni con gli altri nello spazio della tela.


-- 2018 --

Ambulatorio Veterinario | Bagno a Ripoli

Località: Loc. Grassina, Bagno a Ripoli (FI)

Arco temporale: Gennaio 2018 - Maggio 2018

Ruolo svolto: Progettazione e DL architettonica, misura e contabilità, pratiche SUAP per apertura attività, insegna,  coord. per la sicurezza

 

L'intervento ha riguardato la trasformazione ad Ambulatorio Veterinario di una porzione della EX Scuola di Restauro di Grassina. L'immobile, distribuito su un unico livello, è ubicato al piano terra di una palazzina di tre piani di inizio '900, in un'area a prevalente carattere residenziale nel cuore del centro abitato. 

Il fondo di circa 90mq, prima dell'intervento si presentava come un unico grande vano di forma irregolare e con scarse superfici finestrate. La sfida per i progettisti è stata, oltre a renderlo pratico ed idoneo ad ospitare tutte le funzioni e gli ambienti specialistici tipici di un ambulatorio veterinario (sala chirurgica, sala RX, ambulatori visite, ecc) e implementabile nel corso degli anni, quella di creare un ambiente meno asettico, grazie all'utilizzo di toni caldi, alle finiture dei rivestimenti e all'illuminazione.

Cantina Colle Sorripa | San Casciano in Val di Pesa

Località: San Casciano in Val di Pesa (FI)

Arco temporale: Marzo 2018 - Aprile 2018

Ruolo svolto: Progettazione di interni ed arredo

 

L'Azienda Villa Giulia nasce negli anni '60 dal sogno di Giulia e Matteo Carafa, discendenti da famiglie di agricoltori pugliesi. Trasferiti in Toscana giovanissimi, cominciano a cercare una terra dove rivivere i ricordi e le tradizioni delle loro origini e la passione per l'agricoltura.

Da qui nasce l'Azienda Agricola Villa Giulia che nell'arco di 30 anni arriva nel 2001 ad impiantare 3ha di vigna adibita alla coltivazione di Sangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon.

Nell'ultimo anno la gestione della cantina è stata affidata alla Azienda Agricola Colle Sorripa che ha deciso di apportare alcune modifiche interne per creare un luogo adatto alle degustazioni e alla vendita diretta di vino e olio oltre ad alcuni prodotti di olii essenziali.

Cercando di mantenere i colori e i materiali presenti, gli architetti hanno scelto come colore trend il verde olivo con cui hanno giocato con fasce orizzontali, botti recuperate e le centinaia di tappi di sughero presenti. Il legno è stato ripreso mantenendolo al grezzo nelle botti, che diventano piani di appoggio, e negli espositori a parete.

-- 2017 --

Villetta a Schiera | Reggello

Località: Loc. Donnini, Reggello (FI)

Arco temporale: Agosto 2017 - Dicembre 2017

Ruolo svolto: Progettazione e direzione lavori architettonica, interior design, misura e contabilità lavori, coord. sicurezza, impianti

 

L’immobile oggetto di intervento è un appartamento distribuito su due livelli ubicato in un complesso di villini a schiera, immerso nella meravigliosa campagna presente a cavallo tra Valdarno e Casentino, in una zona con caratteristiche paesaggistiche di pregio. 

La giovane coppia di proprietari ha espresso la volontà di rimodernare gli interni dell'unità, rimasti invariati dell'edificazione dell'immobile avvenuta nel 2000,  per meglio adattarlo alle proprie esigenze funzionali ed estetiche; ambienti molto luminosi, zona living cucina open space, una grande zona pranzo, camera padronale dotata di un'ampia cabina armadio e la camera dei bambini di dimensioni generose. Il tutto impreziosito da rivestimenti in parquet a listoni di colori tenui, carte da parati ed arredi dal design pulito e lineare. L'impianto elettrico è stato realizzato con tecnologie di ultima generazione ed è stato progettato nei minimi dettagli per valorizzare al meglio la pulizia formale degli ambienti e dei pregevoli arredi. 

Allestimento di interni MOTORAMA | Firenze

Località: Firenze

Arco temporale: Agosto 2017 - Settembre 2017 

Ruolo svolto: Progettazione di interni e arredo

 

Il negozio di abbigliamento e gadget per moto di Firenze per antonomasia: MOTORAMA è da molti anni il punto di riferimento per tutti i motociclisti toscani e non solo.    

La volontà della proprietà è stata quella di rinnovare il grande spazio dedicato alla vendita di uno dei marchi di abbigliamento più rappresentativi del panorama motociclistico mondiale, mediante un nuovo layout degli arredi e degli espositori utilizzando pannellature in pexiglass retroilluminabili. Il progetto si è concretizzato con la creazione un ambiante di forte impatto visivo che sappia valorizzare gli eccellenti prodotti in esposizione ma anche pratico dal punto di vista realizzativo e gestionale. Lo spazio è facilmente adattabile a luogo di aggregazione per gli appassionati in occasioni di eventi che abitualmente vengono organizzati presso il negozio.

 

Restyling di Monolocale Q5 | Firenze

Località: Firenze

Arco temporale: Maggio 2017 - Giugno 2017

Ruolo svolto: Progettazione e direzione lavori architettonica, misura e contabilità lavori

 

L’immobile oggetto di intervento è un appartamento ubicato nell'area densamente edificata di Piazza Dalmazia (Rifredi – Quartiere 5) poco al di fuori della cerchia dei viali di Firenze e ai piedi delle colline di Serpiolle.

Il proprietario, ha espresso ai progettisti la volontà di voler procedere al restyling dell'appartamento per renderlo maggiormente appetibile per affitti a medio-lungo termine da parte di professionisti che lavorano nei poli universitari e ospedalieri di v.le Morgagni e Careggi. L'intervento si è focalizzato nel completo rifacimento del bagno per ottimizzare gli spazi per i sanitari e i complementi di arredo, ampie superfici a specchio danno maggiore profondità agli ambienti e l'ingresso dell'appartamento è stato dotato di un'illuminazione a LED integrata nella controsoffittatura in cartongesso. In conclusione è stata stesa su tutta la pavimentazione dell'appartamento una microresina che uniforma il rivestimento esistente con quello appena installato nel servizio igienico.

Tattoo Studio | Bagno a Ripoli

Località: Grassina, Bagno a Ripoli (FI)

Arco temporale: Gennaio 2017 - Marzo 2017

Ruolo svolto: Progettazione e D.L. architettonica, pratica per installazione insegna, S.C.I.A. di apertura attività,  coord. per la sicurezza

 

Manutenzione straordinaria di fondo commerciale situato nel centro abitato di Grassina. Precedentemente negozio di articoli di arredamento, la progettazione si è focalizzata nel rendere rispondenti gli ambienti alle numerose normative igienico sanitarie che riguardano edifici che ospitano attività di tatuaggio e piercing. Gli spazi a disposizione sono stati studiati per essere di facile gestione nel tempo, con un occhio di riguardo alla flessibilità di utilizzoVista la vocazione artistica della titolare dello studio, le pareti sono state trattate in modo da diventare elementi da tatuare e personalizzare con creazioni uniche.  

-- 2016 --

Villino a Schiera | Prato

Località: Santa Lucia, Prato

Arco temporale: Maggio 2016 - Novembre 2016

Ruolo svolto: Progettazione e direzione lavori architettonica e impiantistica, misura e contabilità lavori,  coord. per la sicurezza

 

Risanamento conservativo di unità abitativa situata alle pendici delle colline, in località Santa Lucia, la frazione più settentrionale del Comune di Prato. Realizzata negli anni '70, la villetta a schiera non aveva subito trasformazioni o ristrutturazioni nel corso degli anni.

La progettazione si è focalizzata nel rendere l’ambiente accogliente e contemporaneo, mediante la creazione di vani aperti e funzionali per valorizzare le ampie finestrature, il tutto corredato dai più moderni sistemi di illuminazione e climatizzazione.

Vista la grande superficie dell'abitazione, un occhio di riguardo è stato dato alla massimizzazione dell'efficienza energetica dell'involucro edilizio, studiato mediante l'utilizzo di software specifici, grazie ai quali è stato possibile individuare le strutture termicamente più "deboli". Installando cappotti interni in alcune porzioni dell'involucro, la sostituzione di tutte le finestrature dell'abitazione con infissi di ultima generazione e grazie anche alla realizzazione di un nuovo impianto termico si è riusciti a dimezzare il fabbisogno globale di energia per la climatizzazione invernale, portando l'immobile da una bassa classe energetica G a classe D.

Garages SLM | Firenze

Località: Firenze

Arco temporale: Marzo 2016 - Luglio 2016

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, direzione lavori architettonica e strutturale, coord. per la sicurezza

Il lavoro ha compreso la demolizione completa e la ricostruzione di n. 5 box auto. Realizzati negli anni 70 e condonati nell’85, i box erano in ondulina metallica e si presentavano in pessime condizioni sia strutturali che di tenuta agli agenti atmosferici.

Il progetto ha previsto la realizzazione dei box con struttura in profili di ferro, pareti perimetrali in muratura intonacata e verniciata nei toni del giallo con particolari in bianco 9002 e pareti divisorie in pannelli sandwich in lamiera grecata. La copertura, sempre in pannelli sandwich, è stata realizzata con l’estradosso in lamiera color rame. Completano la realizzazione, le scossaline di chiusura della copertura in alluminio debitamente sigillate e tinteggiate e i portelloni sezionali motorizzati per l'accesso ai box.

Classic Florence | Firenze

Località: Firenze centro

Arco temporale: Novembre 2015 - Febbraio 2016

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, direzione lavori, coordinatore per la sicurezza

 

Posizionato all’interno della cerchia dei viali, a dieci minuti a piedi da Piazza Duomo, l’obiettivo principale del progetto di recupero e cambio di destinazione dell’unità abitativa era quello di creare uno spazio fluido che permettesse una facile fruizione e ampia disponibilità di spazi e letti per accogliere i frequenti ospiti che visiteranno la città di Firenze.

L’atmosfera dell’interno è influenzata da diversi materiali di lusso e da un insieme cromatico molto semplice dominato dall’intonaco burro, i soffitti bianchi, il parquet chiaro e la pietra nei bagni.

Il progetto coniuga armoniosamente la luce, le forme e i materiali impiegati integrandoli nell’ambiente minimalista.

-- 2015 --

Pergola | Firenze

Località: Loc. Galluzzo, Firenze

Arco temporale: Settembre 2014 - Novembre 2015

Ruolo svolto: Progettazione e direzione lavori architettonica, misura e contabilità lavori, coord. sicurezza, impianti

 

L’oggetto di intervento è stata la realizzazione di una pergola permeabile a prolungamento della casa, prospiciente la cucina.

L’immobile, oggetto di una ristrutturazione pesante agli inizi degli anni 2000, dotato dei tutti gli impianti di ultima generazione (pannelli solari per l’acqua calda sanitaria e il riscaldamento, pannelli radianti a pavimento, domotica, etc.) e realizzato con una progettazione attenta per limitare i consumi attraverso l’uso di cappotto termico esterno, infissi di ultima generazione, recupero dell’acqua piovana, etc, è inserito in una zona soggetta a vincolo paesaggistico sulle colline dietro il Poggio Imperiale.

La pergola è stata realizzata in acciaio verniciato e lamelle orientabili per la copertura mentre i lati in vetro antisfondamento mobili.

Ristrutturazione di appartamento | Firenze

Località: Firenze

Arco temporale: Aprile 2015 - Novembre 2015

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, direzione lavori, coordinatore per la sicurezza

 

L’immobile oggetto di intervento è un appartamento al secondo piano di una palazzina del secondo dopo guerra nel quartiere residenziale di Campo di Marte.

Intenzione della proprietà è stata la totale ristrutturazione dell’unità, in quanto si presentava in notevole stato di degrado.

La progettazione si è focalizzata nel rendere l’ambiente accogliente e di facile utilizzo, mediante la creazione di vani aperti e funzionali per valorizzare le ampie finestrature, corredato dai più moderni sistemi di illuminazione e climatizzazione, con un occhio di riguardo alla flessibilità di utilizzo.

Sono stati riprogettati tutti gli impianti, creati vani aperti con la realizzazione di cerchiature nella struttura portante. L’attenzione ai materiali e colori – legno chiaro per i pavimenti, pareti nella tonalità del burro, il soffitto chiaro, infissi chiari – permettono alla luce di riflettersi e rendono gli ambienti funzionali e accoglienti.


Loggia acciaio e vetro | Impruneta

Località: Impruneta (Fi)

Arco temporale: Settembre 2015 - Novembre 2015

Ruolo svolto: Direzione lavori, design e arredi

 

L’oggetto di intervento è stata la realizzazione di una loggia in acciaio e vetro per creare uno spazio esterno utilizzabile durante gran parte dell’anno in una graziosa villetta a schiera edificata negli anni ’80 situata sulle colline imprunetine.

La committenza, con cui avevamo già collaborato per la ristrutturazione della villetta nel 2011, appassionata di cucina ed abituata all’organizzazione di cene per numerose persone, ha evidenziato l’esigenza di avere uno spazio esterno dove accogliere gli ospiti sia nelle calde sere estive che in quelle tiepide primaverile ed autunnali. È stato quindi creato uno spazio, aperto su tre lati, ma protetto da una struttura in ferro verniciato grafite e vetro dotato di tenda posizionata al di sopra dei vetri in modo da temperare la temperatura durante i mesi estivi. 

Anche l’illuminazione ha avuto un ruolo fondamentale, realizzata con l’ausilio di faretti posti sotto i tubolari in modo che risultasse una potenza luminosa ottimale anche durante le cene, senza zone abbaglianti o zone ombreggiate.

-- 2014 --

Frazionamento di palazzo signorile | Firenze

Località: Firenze

Arco temporale: Maggio 2014 - Novembre 2014

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, direzione lavori, coordinatore per la sicurezza

 

L’immobile oggetto di intervento è un appartamento a più piani in un palazzo signorile di inizio ‘900 ubicato poco fuori il centro storico di Firenze, in una zona a prevalente carattere residenziale di pregio.

I proprietari, mostrando l’immobile nella sua interezza al tecnico, hanno esplicato la volontà di frazionare l’unità abitativa in tre; all’architetto è stato dato margine progettuale a patto che mantenesse alcuni requisiti fondamentali (dimensionamento dei diversi appartamenti scaturiti, numero di abitanti che ne usufruiranno, requisiti dei servizi igienici, ecc.).

Dopo un paio di incontri in cui il tecnico ha illustrato le diverse soluzioni progettuali con i relativi computi metrici e studi di fattibilità, con grande soddisfazione della committenza, è stata trovata una soluzione che riuscisse a fondere il pregio storico-architettonico dell’edificio con la funzionalità e la praticità richieste.


Ristrutturazione di monolocale in villa del 1400 | Bagno a Ripoli

Località: Bagno a Ripoli (Fi)

Arco temporale: Ottobre 2014 - Novembre 2014

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, D.L., coordinatore per la sicurezza, arredi

 

L’immobile oggetto di intervento è un grazioso monolocale facente parte di una villa degli inizi del 1400 appartenuta in passato alla famiglia degli Alberti, situata nella splendida cornice collinare del Chianti.

Intenzione della proprietà è stata la totale ristrutturazione dell’unità, un tempo adibita a cantina e deposito dei tini per la produzione del vino della tenuta. La progettazione si è focalizzata nel rendere l’ambiente accogliente e di facile utilizzo, mediante la creazione di un open space che valorizzasse il più possibile l’ampia cubatura della vecchia cantina, corredato dai più moderni sistemi di illuminazione e climatizzazione, con un occhio di riguardo alla flessibilità di utilizzo.

Aspetto fondamentale dell’intervento è stato lo studio e il design degli arredi, concepiti in modo che la piccola unità abitativa avesse il carattere e la funzionalità di una casa di dimensioni decisamente maggiori.


-- 2013 --

Ristrutturazione di unità | Viareggio

Località: Viareggio (Lu)

Arco temporale: Aprile 2013 - Luglio 2013

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, direzione lavori, coordinatore per la sicurezza

 

L’intervento ha previsto la nuova sistemazione della zona giorno, mediante l’aggiunta dell’angolo cottura e l’abbattimento di tramezzi divisori così da aumentare la vivibilità e la fruibilità degli ambienti oltre alla realizzazione di un ulteriore Servizio Igienico ad uso esclusivo della camera padronale.

Particolare attenzione è stata data ai materiali che sono rimasti quelli tipici della zona, rivisti e rivisitati - nella forma e nella posa - dall’architetto per rispondere alle nuove esigenze ad eccezione della pavimentazione esistente composta da marmette che sono state totalmente restaurate. I progettisti hanno utilizzato un filo conduttore basato sulle colorazioni di alcune pareti dell’abitazione con tonalità color tortora. 

L’impianto di illuminazione è stato accuratamente studiato in quanto l’edificio godeva di una scarsa illuminazione naturale.

Complesso della Villa La Medusa Ex Mondatori | Camaiore

Località: Camaiore (Lu)

Arco temporale lavori: 2005-2013

Ruolo svolto: Assistenza alla progettazione architettonica, coordinatore per la sicurezza

 

Villa Medusa è un complesso residenziale con un DNA radicato negli anni 50, ma ricca di dettagli e comfort moderni grazie al recente restauro. La proprietà, a differenza delle tradizionali case toscane, presenta dettagli architettonici e strutturali assolutamente unici: dagli ornamenti fatti a mano da maestri locali alla piscina – unica per la sua forma.

Questa straordinaria proprietà deve il suo unico profilo al gusto e alla lungimiranza del suo originario proprietario, Alberto Mondadori – figlio di Arnoldo, fondatore dell’omonima casa editrice - ed ai talentuosi architetti che hanno fuso quanto di meglio gli anni 50 e 60 hanno offerto da un punto di vista stilistico. Non a caso Domus – una delle principali pubblicazioni d’architettura – ha dedicato un articolo nel Gennaio 1975 per celebrare l’avanguardia del design, I materiali e le tecniche di costruzione.

Per fare spazio a questo simbolo di design e architettura, Alberto Mondadori ed I suoi architetti decisero di demolire una tradizionale casa di campagna Toscana e di costruire una struttura palesemente ispirata al lavoro di Frank Loyd Wright, come testimonia la meticolosa combinazione di materiali quali mattoni, vetro e cemento. Il giardino, circa 2 ettari di terreno, fu disegnato per creare piccole aree bucoliche dove incontrarsi e rilassarsi. Buona parte del terreno è stata lasciata intenzionalmente selvaggia per preservare la flora e fauna locale. Durante il secolo scorso molte celebrità hanno soggiornato a Villa Medusa: artisti, scrittori, poeti, calciatori, magnati e attori.

I recenti lavori di ristrutturazione sono stati ideati ed eseguiti dal grande architetto Alessandro Magris, i cui lavori degli anni 60 con il collettivo Superstudio sono esposti al museo MOMA di New York.

Il restauro filologico ha previsto l’analisi dettagliata di tutti gli elementi costituenti – strutturali, architettonici e artistici, decorativi, storici - per procedere al rilievo degli ambienti, consolidamenti, rifacimento di tutte le coperture – piane, verdi e tradizionali -, impiantistica e arredi fissi. L’attenzione, oltre alla conservazione degli elementi artistici di notevole rilevanza – sono presenti anche pavimenti realizzati su disegni di Marc Chagal -, è stata riservata all’utilizzo di materiali di pregio, la considerazione dei suggerimenti della committenza e delle sue necessità.

-- 2012 --

Unità immobiliare nelle colline del Chianti | Impruneta

Località: Impruneta (Fi)

Arco temporale: Inizio lavori Aprile 2012, fine lavori Novembre 2012.

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, D.L., coordinatore per la sicurezza, arredi.

 

L’immobile oggetto di intervento è situato in un area che si distingue per la bellezza paesaggistica ubicata a poche centinaia di metri dal paese di Impruneta, ed è inserito all’interno di un’area coltivata con colture varie ma tipiche del Chianti, non aveva grandi valenze storico architettoniche se escludiamo la posizione dominante sul paesaggio e l’essere stata residenza delle famiglie mezzadrili.

Il progetto prevedeva il completo risanamento conservativo del corpo di fabbrica principale e la riprogettazione dello spazio esterno prospiciente l’abitazione.

Particolare attenzione è stata data ai materiali che sono rimasti quelli tipici della zona, utilizzati dai contadini fino dai secoli scorsi, rivisti e rivisitati - nella forma e nella posa - dall’architetto per rispondere alle nuove esigenze. È stato utilizzato il cotto, la pietra serena ed il parquet. L’architetto ha utilizzato un filo conduttore basato sulle colorazioni di alcune pareti dell’abitazione con tonalità che variano dal color burro al tortora, il tutto intervallato da flash colorati in netto contrasto con la sobrietà e pulizia formale degli interni.

La materia diventa elemento essenziale del progetto, gli ambienti si intersecano l’uno nell’altro per creare un’abitazione giovane e moderna, spazi esaltati da materiali spesso utilizzati in contro tendenza.

L’impianto di illuminazione è stato accuratamente studiato in quanto l’edificio godeva di una scarsa illuminazione naturale.

-- 2011 --

Appartamento | Firenze

Località: Firenze

Arco temporale: Inizio lavori Febbraio 2011, fine lavori Dicembre 2011.

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, DL, coordinatore per la sicurezza, arredo e design.

 

L’unità abitativa, subito fuori dalle mura cittadine, è parte di un complesso di edifici degli anni 70 realizzati con materiali e finiture di pregio ed una notevole attenzione all’estetica ed alla distribuzione delle aperture. Riprendendo la visione organica di F. L. Wright dell’architettura - La parete non è più il lato di una scatola ma la delimitazione di uno spazio contro le avversità climatiche; è anche un mezzo per “aprire lo spazio”, stimolando un collegamento esterno-interno, per suggerire una continuità interno-esterno le finestre sono in numero maggiore che nelle case normali - , all’esterno si alternano fasce in pietra e in intonaco, ampi infissi in legno; l’ingresso del condominio è nascosto, labirintico, la facciata è arretrata, i giardini sono schermati da alberi e piantumazioni.

Le gronde in forte aggetto, le decorazioni e spesso anche la disposizione dei mattoni danno alla casa una forte orizzontalità.

L’incarico, ottenuto tramite gara, prevedeva la rielaborazione completa della pianta, per farla corrispondere alle esigenze della proprietà.

E’ stato creato un camino, fulcro attorno al quale si avvolgono gli ambienti giorno; privato della sua funzione di riscaldamento, riveste per lo più un significato simbolico: attacca la casa al terreno, è il simbolo dello “stare insieme”.

Per suggerire una maggiore intimità, spesso nelle stanze i soffitti sono otticamente “abbassati” mediante cornici, fasce colorate di decorazione nel punto di incontro con le pareti.

I mobili, disegnati dall’architetto, sono per la maggior parte incassati.

Grande la cura dei materiali; dai marmi alle pietre, dalle finiture in legno agli splendidi vetri.

Appartamento al Giardino di Boboli | Firenze

Località: Firenze

Arco temporale lavori: Inizio lavori luglio 2009 e fine lavori ottobre 2009

Ruolo svolto: Progettazione e direzione lavori, Arredo e design

 

L’edificio, di particolare interesse storico ed ambientale, si trova in una posizione particolare caratterizzata dalla vicinanza a importanti monumenti quali Palazzo Pitti, Giardino di Boboli e Porta Romana ma anche dalla presenza di aree ancora rurali come le colline di Bellosguardo e Marignolle.

La particolare giacitura di Firenze, al centro di un anfiteatro naturale di colline, e il singolare rapporto definitosi nel tempo tra la città e la campagna, hanno favorito la formazione, lungo le pendici più prossime alla città, di un sistema insediativi articolato e diffuso.

Il progetto ha previsto il recupero generale dell’unità abitativa, nel rispetto delle caratteristiche architettoniche, tipologiche e formali e strutturali dell’organismo edilizio.

Cucina nel Chianti | Impruneta

Località: Impruneta (Fi)

Arco temporale: Maggio 2011 - Giugno 2011

Ruolo svolto: Arredi e finiture

 

L’oggetto di intervento è stata la totale riprogettazione della cucina di una graziosa villetta a schiera edificata negli anni ’80 situata sulle colline imprunetine. Ai progettisti la più totale libertà di esprimersi sulla progettazione di quella che sarà diventata il cuore pulsante della casa.

Il mobile è stato realizzato in modo da essere completo di tutto, con fornelli e forno professionali, con una grande capienza dei cassetti e con ampi piani di lavoro; anche l’illuminazione ha avuto un ruolo fondamentale, realizzata con l’ausilio di numerosi faretti posti sotto i pensili in modo che risultasse una potenza luminosa ottimale anche per lavorazioni svolte in scarsità di luce naturale.

Alla parete sopra piano non è stato applicato alcun rivestimento, bensì è stata tinteggiata tutta di un verde acceso in modo da contrastare l’intero mobile realizzato totalmente in toni chiari con quella che è la parete che lo ospita. Un ulteriore tocco architettonico è stato dato alla pavimentazione che, volutamente è stata suddivisa in maniera irregolare tra l’area immediatamente prossima al mobile e la zona pranzo; questo crea un movimento, una dinamicità che esalta tutto l’ambiente. 

-- 2009 --

Il Casalone - Villa Padronale | Bagno a Ripoli

Località: San Martino ai Cipressi, Bagno a Ripoli (Fi)

Arco temporale lavori: inizio lavori Dicembre 2007, fine lavori Luglio 2009

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, direzione lavori, coordinatore per la sicurezza.

 

La decisione di restaurare e risanare la villa padronale dopo anni di quasi totale abbandono, si è rilevata per i nuovi proprietari molto impegnativa, sia da un punto di vista economico che da quello emotivo.

Il punto non era riabilitare uno stabile fatiscente ma intervenire in maniera radicale per ottenere il massimo dallo stato di partenza: la collaborazione che effettivamente si è stabilita fra i clienti, l’architetto e il costruttore dimostra che la missione è riuscita.

Per valorizzare il carattere dell’edificio, le facciate esterne e la distribuzione interna sono rimaste pressoché inalterate: una scelta di discrezione e di rispetto per le valenze storiche ed architettoniche ed un modo per aiutare i proprietari ad accettare i cambiamenti necessari.

Il confort dei diversi ambienti si deve alla sapiente distribuzione degli spazi, derivanti dalla tradizione toscana e così conservati, in modo da garantire a ciascuno il massimo confort e funzionalità possibile.

Non esistono particolari punti di riferimento, né artificiosi espedienti progettuali. Al contrario si è creata un’atmosfera serena e senza tempo, evitando qualunque accento potesse dare l’idea di un’adesione qualunque a mode passeggere: gli aspetti pratici non dovevano tradursi solo in una buona funzionalità, ma anche resistere nel tempo.

Oltre a materiali tradizionali, reperibili in loco – sia per mantenere il più possibile un restauro filologico sia per una scelta ecosostenibile – come il cotto di Impruneta e la pietra serena, sono stati utilizzati materiali riscoperti – intonaco a calce per le facciate interne ed esterne e perlite per isolante – ma anche elementi moderni come il gres porcellanato.

Il piano terra è adibito alla zona giorno - cucina, pranzo, soggiorno e studio – mentre il piano primo è occupato dalle camere da letto, dai bagni e da zone living per gli ospiti.

I colori adottati per i due piani giocano sui toni del grigio – grigio pietra serena, grigio foglia di ulivo, grigio piombaggine del ferro – che contrastano con i pavimenti e gli arredi in calde nuance.

La suite padronale comprende guardaroba, stanza da bagno e zona notte ed è rifinita con listoncini di parquet di rovere, posato in diagonale e incorniciato da un pettine e bindello di wengè. 

Il Casalone - Abitazione della Signora | Bagno a Ripoli

Località: San Martino ai Cipressi, Bagno a Ripoli (Fi)

Arco temporale lavori: inizio lavori Marzo 2008, fine lavori Luglio 2009

Ruolo svolto: Progettazione, misura e contabilità lavori, direzione lavori, coordinatore per la sicurezza.

 

Restauro e risanamento conservativo di abitazione detta della signora all’interno del complesso della villa Il Casalone, con particolare attenzione ai materiali caratteristici del Chianti e alla sua valenza storico-artistica. L’edificio necessitava di una nuova distribuzione degli ambienti per sfruttare al massimo la poca luce che entra nelle finestre di ridotta superficie, la sostituzione di tutti i rivestimenti ed i sanitari dei due servizi igienici presenti e la demolizione di alcuni tramezzi per la creazione di una seconda camera da letto.

Due elementi nuovi modificano le proporzioni dello spazio all’interno e soddisfano le esigenze funzionali nell’abitazione: la demolizione del tramezzo che “rinchiudeva” le scale e la nuova distribuzione del servizio igienico al piano terra.

La scala, posta proprio contro il muro in parte demolito, ha acquistato illuminazione naturale e ampiezza date dalla visione quasi diretta della luce del sole proveniente dalla corte all’interno del complesso, trasformandosi in un elemento plastico autonomo, con il compito di organizzare e scandire i diversi locali in comunicazione.

Al piano terra, il servizio igienico è stato modificato per rispondere alle esigenze della nuova proprietà: la nuova distribuzione dei sanitari ha permesso di inserire anche il bidet e una doccia spaziosa. Il rivestimento è stato ridotto al minimo riutilizzando un vecchio pavimento degli inizi del ‘900, smontato da un solaio al piano primo, ripulito e rimontato sul pavimento e su una parete della doccia, mentre le altre pareti sono state trattate con resina.